La Pensa
29/06/2014
La Pensa

(Paolo Rigoni) La Pensa è un’antica festa medievale adriese che  è stata tolta dagli scaffali polverosi del tempo, studiata, recuperata e riportata in piazza alcuni anni fa. Festa del solstizio d’estate, celebrava l’apoteosi del sole, la magia delle erbe, la sacralità del fuoco e dell’acqua. Un nome misterioso sembrerebbe quello di Pensa;  nella realtà una etimologia  molto semplice che prende origine dalle “penzane”, fiori e  frasche che erano appesi alle finestre. E perciò pendenti.  In quanto festa dell’acqua, nella serata inaugurale non potevano non essere presenti i Lagunari che hanno raccolto l’appello di Hatria giallorossa, le vecchie glorie del calcio locale, con lo scopo di raccogliere fondi per il morbo di Parkinson.  Così è stata programmata una partita di calcio amatoriale, al termine della quale, i Lagunari si sono adoperati  per vendere i dolci preparati dalla Trattoria Alla Rosa e dalle signore di Papozze de “ Le mani in pasta” di Ricchezze del Po e chiedere la relativa offerta.  Alla fine tutti soddisfatti ed un plauso alle persone che sono sempre presenti là dove si richiede presenza  solidale e disinteressata. Molti, i molti che presentano fatture più meno veritiere per rimborsi con denaro pubblico  di acquisto di mutande,  di liquori, di cene esotiche, e via dicendo, dovrebbero prenderne esempio.